Category Archive for "Comunicazione"

5 consigli per un manifesto di successo

Quando ci si trova a dover ideare una campagna pubblicitaria in grande formato spesso si sottovalutano alcuni aspetti importanti che invece, durante la fase di progettazione di un manifesto pubblicitario, andrebbero tenuti bene a mente.
Ecco alcuni “comandamenti” da seguire per ottenere una solida base comunicativa per i tuoi manifesti.

1. Non utilizzare più di 7-8 parole

Inserire troppo testo in un cartellone pubblicitario potrebbe essere controproducente: nemmeno il miglior pilota del mondo sarà in grado di leggere frasi troppo lunghe. Poche parole, ma ben scelte.

2. Scegli le immagini giuste

La scelta delle immagini da utilizzare è davvero importante. Una buona immagine deve dare risalto al vostro concetto e non distogliere l’attenzione da quello che state proponendo.

3. Fai attenzione alla scelta dei colori

Sui cartelloni spesso compaiono colori vivaci e sgargianti ma il più delle volte sono utilizzati in modo esagerato. Un manifesto deve catturare l’attenzione grazie all’utilizzo di una strategia solida e ben progettata e non solo per l’utilizzo di colori brillanti.

4. Non inserire più di un punto di contatto

Un poster pubblicitario ben riuscito è quello che invoglia le persone a cercarti. Se sul tuo manifesto compaiono numero di telefono, indirizzo, indicazioni per raggiungerti e sito web ci sono 3 informazioni di troppo: meglio un unico riferimento per il contatto ma chiaro.

5. Scegli la font adatta

I grafici lo sanno, le font sono tantissime. Usale! Basta con le solite, Arial  Verdana o Times… ce ne sono migliaia, meno sfruttate ma soprattutto più efficaci. Scegliete una font chiara, ben leggibile e adatta alla stampa digitale ma che allo stesso tempo conferisca un’aspetto curato e originale al vostro cartellone pubblicitario.

Dimenticavo… c’è un altro punto, forse il più importante.

6. Conosci il tuo pubblico

Focalizza il tuo target per ottenere il massimo dalla tua campagna. Individuare il pubblico a cui ci si rivolge è fondamentale, per dare al messaggio il tono giusto.

Ora che ti abbiamo dato 6 suggerimenti non ti resta che ricontrollare il file e ordinare online la tua stampa in grande formato da Outside Print.

banner-affissioni

 

OutsidePrint si offre, con esperienza, professionalità e passione, come partner per le agenzie pubblicitarie e di comunicazione, centri media, tipografie, studi di architettura, interior designer, attività commerciali industriali e professionisti di settore, mettendo a disposizione il suo reparto grafico e produttivo, quale service di stampa digitale.

Quale FONT scegliere per la stampa digitale?

amsi-pro

Quando si tratta di creare una campagna di marketing stampata spesso il tipo di font che verrà utilizzato è una delle ultime cose a cui si pensa.
Generalmente il design e il contenuto sono alla base della progettazione grafica, seguono poi i colori e le immagini e solo a questo punto, quanto tutto sembra pronto, finalmente si va a considerare il tipo di carattere da utilizzare.

Ma perché il tipo di font è così importante?

Se un consumatore non è in grado di leggere il tuo manifesto, il tuo striscione, il tuo poster o il tuo flyer allora il tuo messaggio è perso istantaneamente.

Il testo deve essere chiaro e facile da leggere, ma allo stesso tempo deve rispecchiare la tua brand identity.

open-sans

Noi di Outside Print vediamo tutti i giorni passare sotto i nostri occhi e tra le nostre macchine centinaia di font e ci siamo fatti un’idea di cosa funziona e cosa invece è meglio evitare.

La scelta di un font non è mai da sottovalutare, soprattutto quando si stampa.
Scegliere ad esempio un font ligh può non essere vincente, soprattutto per la stampa in grande formato, in quanto offre scritte “leggere” e difficilmente distinguibili. In questi casi meglio optare per un font bold o semibold o condensed che consentono una buona visibilità dalle lunghe distanze rendendo chiaro il messaggio.

din

 

Per le tre immagini del post abbiamo scelto 3 font a nostro giudizio vincenti nella realizzazione di comunicazioni pubblicitarie che si adattano alla stampa digitale.

3 font che vi consigliamo per i vostri progetti grafici

1.Amsi Proamsi-font

L’Amsi Pro è il font che abbiamo scelto per la prima immagine, si tratta di un font molto chiaro, disponibile in in versione light, bold e condensed. Creato dal designer Stawix Ruecha, si isira ad al font Block Berthold Condensed.  Amsi Pro è perfetto per la creazione di headlines accattivanti e di sicuro impatto visivo.

2. Open Sansopensans-font

Per la seconda immagine abbiamo scelto l’Open Sans,  un sans-serif disegnato da Steve Matteson e commissionato da Google. Le forme aperte e neutrelo rendono ideale e ottimizzato per la leggibilità attraverso stampa, web e interfacce mobili.

3. DIN

din-font

Infine vi proponiamo anche  il font DIN. Si tratta di un carattere bastone che dagli anni ’30 fino al 2000 è stato utilizzato per le targhe automobilistiche tedesche. Grazie alla sua grande leggibilità viene utilizzato molto per la segnaletica stradale, si tratta di un font moderno che trasmette indubbiamente ordine.

E voi quali font utilizzate maggiormente per i vostri lavori? Quali sono invece i font che evitate per i progetti di stampa?
outsideprint-stampa-grande-formato

 

OutsidePrint si offre, con esperienza, professionalità e passione, come partner per le agenzie pubblicitarie e di comunicazione, centri media, tipografie, studi di architettura, interior designer, attività commerciali industriali e professionisti di settore, mettendo a disposizione il suo reparto grafico e produttivo, quale service di stampa digitale.